Connect with us

Hi, what are you looking for?

Graffiti

Catania ’90 – Yellow Edition

Per l’edizione “Yellow” abbiamo dedicato una sezione speciale ai Graffiti a Catania negli anni 90.

Dopo una lunga raccolta di foto, tra cantine e vecchi scatoloni, siamo riusciti ad avere materiale inedito che, per molto tempo è rimasto all’ oscuro.

Il writing a Catania nasce nella seconda metà degli anni 90, un po in ritardo rispetto altre città dove il fenomeno si era gia diffuso. Questa intervista è stata rilasciata anonimamente e vuole raccontare un pezzo di storia che in pochi conoscono.

Le prime presenze in Yard furono nel ’95 e furono stimolate dalla visione dei primi treni dipinti che arrivavano da altre località.

I primi nomi della scena furono: Delo, Dokruin, Fish, Dero, Neta, Tano, Dash, Dede e con loro nacquero anche le prime crew: CMP, PRW, RH, SCM.

Fino al ’98, le spray utilizzate erano soltanto Lucky Color e Duplicolor acquistate spesso in ferramenta o ordinate su Aelle magazine.

A differenza di oggi non era semplice legare rapporti con altri writers e l’unico modo era viaggiare o partecipare alle prime Jam come: Gusto dopa al sole, Hip Hop Village o Juice.

In seguito anche in Sicilia nacquero i primi eventi Hip Hop come Fantazia a Catania e Smistica ad Enna.

Tra il ’98 e il ’99 i writer Catanesi stringevano i primi rapporti con le crew di Palermo (TSF crew) e poco a poco, il writing prese piede in tutta l’isola. Tra i nomi più influenti a CT da annoverare: Popa, Bueno, Yee.

Nonostante la grande diffusione di questo fenomeno molti ragazzi smisero di dipingere su metallo perchè, l’introduzione della pellicola facilitava la pulizia dei vagoni e quindi la cancellazione dei pezzi.

La Ferrovia Circum Etnea fu la prima compagnia privata della città, tra le più storiche d’Italia, esistente già dal 1870. In dialetto chiamata “Litturina” percorre un tragitto spettacolare partendo dal mare di Riposto fino ai paesi del vulcano Etna. Questa venne dipinta per la prima volta nel 1996.

Successivamente la Metro. In funzione dal 2000 con un modello provvisorio, fu sostituita due anni dopo da quella attualmente in uso.

Se nei nostri giorni Catania rappresenta una molto ambita, è anche merito dell’attività dei pionieri della scena che hanno percorso sentieri inesplorati.

Alcuni di loro non sono più attivi, gli altri continuano a scrivere la storia di questa colorita Città.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like

Music

Fabiano Ballarin, meglio conosciuto come Inoki Ness è un rapper e produttore musicale. Il suo nome è indiscutibilmente impresso nella mente di moltissimi amanti...

Graffiti

In occasione dell’edizione RED abbiamo deciso di ampliare le sezioni dedicate a gli speciali con l’obiettivo di arricchire il nostro magazine di curiosità provenienti...

Street Art

ITA Per l’edizione Blue abbiamo incontrato EGZO al 59 Rue de Rivoli, Parigi. A due passi dal celebre “Musèe du Louvre” esiste un palazzo...

Graffiti

Still Alive: 20 anni di graffiti a Napoli.  1995 “..si..lo so, dovevamo entrare dopo mezzanotte in yard, però vabbè..comunque…uagliù! dobbiamo stare in uno stesso...